La precarietà degli asili nido: l’incertezza e i timori di maestre e genitori

Genitori di un bimbo di due anni che frequenta un asilo nido comunale di Caltanissetta, ci teniamo a far arrivare la voce di chi, estraneo a polemiche e allarmismi, può testimoniare la propria esperienza diretta. Ci sembra giusto far…

sapere che le maestre e tutto il personale degli asili nido svolgono un servizio ottimo, grazie a spirito di servizio e abnegazione (non certo per gratificazione economica). I bambini e le famiglie sono accolti con professionalità e grande sensibilità. Mai potremmo immaginare che questo grande lavoro si possa interrompere. Le notizie di stampa sugli asili nido, polemiche e prese di posizione, finiscono per fare danno a una realtà composta da persone eccezionali. Perchè chi subisce le polemiche sono le maestre e le operatrici che ogni giorno prestano lavoro e cura. Sono le famiglie e quindi i bambini. Quella che per qualcuno è normale dialettica politica, per noi si traduce in incertezza e precarietà.

Con quale animo queste maestre vanno a lavorare nell’incertezza che domani possano avere ancora il lavoro?

Con quale spirito il genitore dovrà scegliere di iscrivere il figlio per il prossimo anno se riceve notizie poco incoraggianti?

E’ la precarietà del futuro degli asili che causa la crisi di iscrizioni. E’ un circolo vizioso. Come genitori avevamo tirato un sospiro di sollievo nell’apprendere che gli Asili nido proseguiranno. Poi la preoccupazione per le recenti notizie che sembrano andare in senso opposto. A chi non conosce la realtà degli asili nido da vicino, vogliamo far sapere cosa sono veramente gli asili e chi sono le persone che vi lavorano. Maestre, operatrici e cuoche sono estremamente puntuali, mai un’assenza. Noi genitori, sin dall’inizio dell’anno, siamo stati coinvolti in un gioco di squadra bellissimo. Non manca mai la collaborazione tra persone e l’armonia tra ruoli. Ognuno ha le proprie competenze ma nessuno si tira indietro dall’aiutare l’altro. L’asilo diventa una grande famiglia, come dimostrano le attività e le iniziative organizzate, le feste e i compleanni. E’ giusto che si sappia che queste lavoratrici sono spinte dal proprio senso del dovere. Gli asili nido non sono il Comune, la cooperativa, ovvero istituzioni e fredde sigle. Sono persone con animo e coscienza di cui noi genitori andiamo fieri. Veniamo sempre coinvolti nel percorso dei nostri figli, collaborati in quello di genitori. Le famiglie vengono informate e consigliate; i bambini accolti amorevolmente. E la migliore dimostrazione sono i progressi degli alunni che tutte le famiglie possono testimoniare.

Non un giorno di sciopero da queste operatrici che garantiscono il servizio dalle 7,30 alle 15,30 in ambienti impeccabili e pulitissimi. Non si può giocare con le persone che lavorano e le famiglie che vogliono solo certezze.

La funzionalità del servizio e la sua efficacia (leggasi numero di iscrizioni), dipendono dal livello di fiducia costantemente minato da notizie allarmanti sul futuro degli asili nido. Eppure la città ha saputo essere giustamente solidale con i netturbini in sciopero. Troppo grande il disagio dei rifiuti per strada.

Forse che garantire un percorso scolastico in tenera età, sia meno importante? Invece, sembra che si voglia boicottare questo servizio. A noi interessa solo che si sappia a cosa rinuncerebbe la città.

Luigi e Marianna Cortese

fonte Corriereinformazione

Annunci

,

  1. Lascia un commento

.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...