Tutti a bordo dei nuovi voli low-cost della compagnia sicula.

408206_356374244447853_1537257420_n-290x427

Il Presidente Crocetta spara a zero sulle tariffe Alitalia e annuncia la nascita di una compagnia aerea regionale low- cost attraverso l’Ast, l’azienda siciliana trasporti. La giunta nei prossimi giorni sarà al lavoro sull’argomento.

“Alitalia ha rovinato il turismo in Sicilia con le sue tariffe troppo alte. Quindi faremo una compagnia aerea low cost e faremo decollare lo sviluppo della Regione”.

All’inizio ho pensato fosse una delle battute della pagina Facebook Crocetta può, scrive Rosaria Brancato, a tempostretto.it, poi ho capito che era cronaca vera. Il governatore ha pronunciato davvero queste parole, ed ha anche aggiunto i particolari dell’idea, che sarà affidata all’Ast (Azienda siciliana trasporti) che si occupa, con “brillanti risultati”, del servizio gommato nell’isola.

Le ha pronunciate nei giorni scorsi a Comiso, il cui aeroporto è stato inaugurato un mese fa, dopo un’attesa di 15 anni. Il nastro è stato tagliato in pompa magna, peccato che quel giorno mancavano gli aerei…perchè non era stato ancora firmato il contratto con le compagnie, ma in Sicilia questi sono dettagli di poco conto.

“I siciliani voleranno a basso costo – ha annunciato Crocetta – e l’aeroporto di Comiso non dovrà dipendere da lobby e multinazionali. I partner li avrà nella stessa Regione. L’Ast ha la sede e il personale, l’unica cosa che manca sono gli aerei e gli steward”. In realtà all’Ast manca di tutto, in ogni caso nell’annunciare il progetto Crocetta ha scordato che oltre agli aerei e agli steward (fatto non trascurabile perché si sa che i pullman Ast ancora non volano) mancherebbero anche i piloti, a meno che il governatore non voglia far fare un corso di aggiornamento agli autisti. Ad ogni modo la prossima settimana la giunta regionale lavorerà al progetto, ed ha già convocato i dirigenti dell’Ast, che si sono dichiarati entusiasti.

Le tariffe Alitalia sono intollerabili e l’idea di Crocetta è bella, ma, non per far “scendere con i piedi per terra”, ci sono alcune perplessità. Dire che all’Ast mancano SOLO gli aerei e gli steward non è come dire che mancano le olive di contorno. Significa anche non aver mai viaggiato con l’Ast…su terra. Sarebbe stato più corretto dire: manca dall’acqua fino al sale. Quando poi c’è di mezzo mamma Regione, visto come ha sempre utilizzato i nostri soldi, io avrei un po’ paura a salire su questi voli low-cost. Quanto saranno low? Saremo costretti a spingere prima di spiccare il volo? Dovremo portarci i sedili da casa? Suggerire al pilota le manovre d’atterraggio? Già vedo gli imprenditori siciliani pronti a tuffarsi nell’affare, e trasformarsi, da costruttori di tavoli e sedie in esperti del volo pindarico.

Onestamente, quanti di voi si fiderebbero a salire in un aereo costruito dagli stessi che si sono occupati delle nostre autostrade,delle nostre opere pubbliche? E se per vincere l’appalto “scordano” di mettere il motore? O ci mettono le ali made in China? E poi, come saranno selezionati i PILOTI? Quante scuole per pilota provetto quanti corsi, quanti documenti falsi fioccheranno, quante commissioni di esaminatori compiacenti daranno il via libera a tutto, dal catering fino al tizio che guida il bus navetta? E quanti, tra la miriade di assunti raccomandati saranno piloti veri, steward veri? Perché, lassù, nei cieli, serve qualcuno vero … Voi direte: “ma con lo stato dei trasporti siciliani l’ultima cosa che serve con urgenza è una compagnia aerea regionale”. E’ palese. Ma qui sta il nostro errore. In realtà, nei progetti della giunta, la compagnia aerea sarà la soluzione a tutti i nostri mali: perché arrovellarsi sullo stato delle strade, autostrade e ferrovie siciliane o aspettare il Ponte?

Un governo previgente guarda avanti e ha trovato la soluzione: Messina-Trapani in meno di 18 ore, Montalbano-Ravanusa in giornata. Salina poi, la puoi raggiungere anche con il mare in tempesta grazie all’Ast-volante che collegherà l’isola con Petralia Sottana o Cefalù. Quanti di voi, in fila per due ore causa nuovo svincolo hanno sognato l’arrivo di un aereo per potere fare Villafranca-Messina in tempo per i mondiali del 2014? E quanti di voi, scendendo a Villa San Giovanni con i bagagli incamminandosi a piedi verso la Caronte non hanno sognato di attraversare lo Stretto in volo?

Meno male che c’è Crocetta che risolve i nostri guai. Certo, sarebbe stato più semplice ingaggiare un contenzioso con Alitalia pretendendo cifre per persone normali e non per  nababbi, oppure trovare altre compagnie low cost che vogliano investire in Sicilia. Ma, appunto, sarebbe stato troppo facile. Battere i pugni perché le Ferrovie non dismettano nello Stretto, non cancellino i nostri treni. Bazzecole. Se vuoi essere grande devi pensare in grande. Ed ecco l’annuncio che mancava: una compagnia low-cost, con arancia sicula e mozzarelle Zappalà per snack. Scordando che, ad esempio, l’Irfis non ha potuto salvare Wind Jet e che realizzare una compagnia aerea partendo da una società di autobus ( neanche in buona salute) e con le casse dell’isola a secco, non è come dare una rinfrescatina alle pareti di casa.

Non vorrei dare un dispiacere al governatore ma non è il primo ad avere avuto l’idea. Nel luglio del 2006 (sarà quindi un fattore climatico che influenza certe dichiarazioni) l’ex presidente Cuffaro disse esattamente la stessa cosa dopo l’ennesimo volo Alitalia cancellato a Palermo “Mi sto adoperando perché la Sicilia abbia una propria compagnia aerea al servizio dei siciliani.  Chiamerò a raccolta gli imprenditori siciliani che vorranno cimentarsi nella costituzione di una nuova compagnia aerea che porti sulle carlinghe i colori giallo-arancione con il Triscele dorato in bella evidenza”. Aveva già in mente i colori, e una data: entro il 2010. E’ andata diversamente. Ma si sa che Cuffaro era un dilettante.

Rosaria Brancato.

Fonte: tempostretto.it

Annunci

, ,

  1. Lascia un commento

.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...