Spagna. La vittima del deragliamento è il messinese Dario Lombardo.

Spagna: Ë Dario Lombardo vittima italiana

Adesso c’è l’ufficialità: la vittima italiana del terribile deragliamento del treno in Spagna è il 25enne di Forza D’Agrò Dario Lombardo. L’esame del Dna ha dato purtroppo esito positivo, ma i genitori avevano davvero pochi dubbi, perchè avevano riconosciuto gli abiti indossati dal figlio. Il rientro della salma avverrà nei prossimi giorni. Il giovane messinese era residente in Germania.

I dubbi erano davvero pochi ed anche una testimone aveva confermato che il giovane aveva preso quel treno deragliato e che ha fatto trasformare un viaggio di piacere in una vera e propria strage. “Dario era su quel treno”, aveva affermato l’amica ucraina con la quale era in contatto durante il viaggio. A riferirlo oggi è stato il sindaco di Forza d’Agrò, Fabio Di Cara, dove il giovane aveva i nonni e alcuni zii.

“Aveva perso l’aereo – Il giovane, aggiunge il primo cittadino di Forza d’Agrò-, si trovava sul treno perché a Madrid aveva perso la coincidenza aerea. Invece di aspettare diverse ore un nuovo volo ha preferito proseguire in treno”. Un appuntamento con un tragico destino, quindi, quello di Dario la cui vita è stata spezzata grazie all’imprudenza, come affermano fonti giudiziarie spagnole, del conducente del treno.

Il macchinista, Francisco Josè Garzòn Amo, è sempre ricoverato in stato di arresto all’ospedale di Santiago: oggi, se le sue condizioni di salute lo consentiranno, sarà interrogato dal magistrato. Garzòn Amo avrebbe confessato che il treno era lanciato a 190 km orari anche a due agenti di custodia che presidiano la sua stanza in ospedale; la stessa cosa aveva fatto subito dopo l’incidente in un collegamento radio con la stazione: “Speriamo che non ci siano morti, sennò me li porterò sulla coscienza”, aveva detto.

Garzon Amo rischia, secondo le prime valutazioni legali, da 12 fino a 312 anni di carcere per l’incidente in cui sono morte 78 persone e altre 178 sono rimaste ferite. L’art. 142 del codice penale spagnolo prevede per il reato di negligenza (con conseguenze mortali) una pena variabile da uno a quattro anni di carcere per ciascuna delle vittime. I familiari delle vittime e i feriti potranno inoltre chiedere un risarcimento fino a 150 milioni ciascuno.

Il conducente del treno è stato arrestato per negligenza, ha precisato oggi il capo della polizia galiziana, Jaime Iglesias, sottolineando che si ipotizza un comportamento gravemente imprudente. Tra le cause dell’incidente appare evidente l’eccesso di velocità in una curva pericolosa. Il macchinista verrà interrogato a breve, ha aggiunto Iglesias.

Fonte: infomessina.it

Annunci

, , ,

  1. Lascia un commento

.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...