Lo Stato colpevole di tanti fallimenti di imprese

Imprenditori artigiani a confronto su riforme e crisi aziendali. 7 in Sicilia i debiti della pubblica amministrazione con le imprese.

Ben cento miliardi in Italia e sette in Sicilia sono i debiti della pubblica amministrazione nei confronti delle imprese, in grado di determinare un notevole aumento delle cessazioni d’attività, e le nuove durano in media appana due anni, difficoltà per il credito degli artigiani, necessità di riforme dell’apparato statale e snellimento della burocrazia, investimenti infrastrutturali.

Sono alcuni degli argomenti al centro dell’attenzione, in occasione dell’assemblea quadriennale della Cna (confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa), sabato 13 ore 9,30 nella Sala Consulta della Camera di Commercio, promossa dalla sezione provinciale di Messina, presieduta da Costantino Di Nicolò.

All’incontro prenderanno parte il presidente regionale Cna Giuseppe Cascone, il segretario regionale Mario Filippello e il segretario provinciale Vito Siracusa, che si confronteranno anche sulla spinosa questione dei finanziamenti regionali, artigiancassa, fondi ebas e altri problemi dell’artigianato con proposte e iniziative a sostegno delle aziende, in primis l’abbassamento della pressione fiscale.

Seguirà un dibattito con interventi di artigiani, rappresentanti di organizzazioni sindacali, partiti politici e istituzioni e le elezioni degli organi dirigenti e delegati.

Annunci

, , , , ,

  1. Lascia un commento

.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...