FALLIMENTI – Una “Venere” fa condannare imprenditori e politici a Brolo

Tra i condannati anche l’ex senatore pidiellino Basilio Germanà che appreso del giudizio del tribunale pattese ha commentato “Sono esterefatto, è una sentenza ingiusta, in appello l’accusa cadrà” affondando  i colpi anche su Sangermano e l’ex comandante dell stazione dei carabinieri di Aquedolci, il maresciallo De Carlo. 

I fatti partono dalla fine degli anni ottanta e vedeno al centro di un’ampia indagine istruttoria la società di costruzioni “Venere Costruzioni” che operava a Brolo.

Il tribunale pattese doveva eprimersi sul fallimento e sulla conseguenziale bancarotta fraudolenta della stessa azienda e di quella successivamente a questa collegata, e l’ha fatto pesantemente.

Sei condanne ed un’assoluzione, dopo quattro ore di camera di consiglio, che mette il primo punto fermo a quell’indagine aperta dall’allora sostituto procuratore di Patti Antonio Sangermano, oggi operativo a Milano nel processo contro Silvio Berlusconi per il “caso Ruby”.

I giudici pattesi, a presiedere il colleggio era Maria Pina Lazzara, ha condannato a 3 anni e 8 mesi di reclusione l’ex senatore, già deputato – sempre in Forza Italia – di Brolo Basilio Germanà ed il fratello Antonino; poi ha condannato a 4 anni e 8 mesi di reclusione Cono Di Luca Lutupitto.

Pesanti per questi le pene accessorie: 5 anni di interdizione dai pubblici uffici e 10 anni di inabilità all’esercizio d’impresa e ad esercitare uffici.

Condanne – più lievi –  per Vincenzo Caruso Milio, Francesco Molica e Vincenzino Spiccia, un solo capo di imputazione, e 2 anni di reclusione, con la sospensione condizionale della pena.

Assolta, per non avere commesso il fatto, Rosaria Ricciardello.

La bancarotta fraudolenta è legata alle vicende della “Venere Costruzioni”, poi confluita nella “Gedim Costruzioni”, fallita il 12 febbraio 1996.

Appresa la notizia della condanna immediata la puntualizzazione di Basilio Germanà:

“Pur rispettando la sentenza, giacchè anche i giudici possono essere stati tratti in inganno da tante carte processuali, non posso che rimanere esterrefatto, oltre che amareggiato, per la decisione emessa dal tribunale di Patti che ha ritenuto di affermare la mia responsabilità in ordine a fatti di cui sono assolutamente estraneo.

Devo rilevare come l’inchiesta, gestita dal pm Antonio Sangermano e dal maresciallo Di Carlo personaggi già noti per avermi avversato, abbia paradossalmente consentito, per le lungaggini processuali, che un parlamentare potesse svolgere il suo ruolo e che la condanna intervenisse solamente adesso che è divenuto un pensionato.

Sono sicuro che in appello la sentenza sarà annullata in riconoscimento di una condotta che ho sempre tenuto in maniera irreprensibile e improntata alla massima correttezza ed onestà in ogni campo in cui la mia attività, sia lavorativa che politica, si è esplicata”.

L’avvocato, Domenico Magistro, difensore di Di Luca Lutupitto, Caruso e Ricciardello, si è dichiarato moderatamente soddisfatto della sentenza, soprattutto confrontando le richieste del pm. Per Di Luca Lutupitto, condannato per tutti i capi di imputazione, la pena è stata contenuta, mentre Caruso è stato assolto per due dei tre reati contestati.

La Ricciardello, come detto, ha avuto l’assoluzione piena.

Attenderà i 90 giorni per conoscere le motivazioni della sentenza e poi presenterà appello.

Lo stesso farà l’avvocato, Carmelo Occhiuto, difensore di Antonino Germanà, secondo il quale non sono state valutate le norme attuali sulla legge fallimentare e sull’amministratore di fatto.

Hanno difeso anche l’avvocato Giuseppe Di Peri per Basilio Germanà e l’avvocato Sabrina Ligato per Molica e Spiccia.

fonte articolo : Scomunicando

Annunci

,

  1. Lascia un commento

.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...