Calcio Eccellenza – Ancione regala la finale al Due Torri: battuti 1-0 al “Vasi” i campani dello Stasia

Dopo il pareggio dell’andata (1-1) i biancorossi si impongono al termine di una sfida palpitante ed a due anni di distanza riconquistano la sfida decisiva per la promozione in serie D, in cui affronteranno un’altra campana, il quotato Torrecuso. La formazione di Alacqua ha disputato metà del secondo tempo in dieci uomini per il rosso a Carrello.

Il pre-partita. Al “Vasi” si riparte dall’1-1 dell’andata. I locali vogliono dimenticare la beffa di due anni fa con un’altra campana, l’Internapoli Camaldoli, che sempre nella fase nazionale dei play-off, in finale, eliminò i biancorossi al 95′. Il tecnico messinese Alacqua, costretto a rinunciare allo squalificato Librizzi, ridisegna l’assetto della retroguardia, schierando i suoi con il 4-3-3. Modulo identico per i campani, costretti a segnare per passare il turno.

La cronaca. In avvio si fanno preferire gli ospiti, che costringono i locali nella loro metà campo. Per Inferrera nessun patema, anche se Saggio rimedia un cartellino giallo per un fallo sulla trequarti. Al 15’ sul calcio di punizione di Camarda dalla sinistra la retroguardia ospite riesce a respingere il doppio tentativo, di testa e di piede, di Tricamo. Subito dopo termina a lato la conclusione dal limite di Carrello. Al 20’ il promettente Liccardo, corteggiato da società di serie superiore, blocca senza problemi il traversone di Saggio dalla destra. Al 22’ Inferrera controlla in due tempi il tentativo dalla distanza di Gioielli. Al 27’ si accende una mischia, proprio per via di un intervento falloso sul fantasista ospite: ammonito Chiavaro. Alla mezzora la prima vera palla gol del match, con Venuti che a tu per tu con Liccardo spara alto sulla traversa. Il match è molto tattico e nessuna delle due formazioni vuole scoprirsi e compromettere la stagione con un errore. Le squadre vanno al riposo sullo 0-0.

Decisamente più vibrante la ripresa. Al rientro in campo primo avvicendamento tra i locali: Ancione prende il posto di Isgrò. Al 4’ insidioso diagonale di De Falco, ribattuto da Inferrera; è la palla gol più nitida del match per gli ospiti, che ci riprovano poi senza fortuna né precisione con Pastore dalla distanza. Al 6’ nessun compagno riesce a sfruttare il traversone di Guido ma sul contropiede seguente lo Stasia capitola: Liccardo respinge corto il diagonale dello sgusciante Raveduto e sulla ribattuta è un gioco da ragazzi per Ancione depositare il pallone in rete. Due Torri in vantaggio ed ancora più vicino alla finale nazionale. Al 10’ termina alto sulla traversa il calcio piazzato battuto da Chiavaro. Al 16’ Saggio perde palla nella metà campo offensiva e sul contropiede lo Stasia ottiene un calcio piazzato da posizione invitante: strepitosa la parata di Inferrera sul colpo di testa a botta sicura di Pastore. Un intervento quello dell’estremo difensore del Due Torri che vale quanto un gol. Al 22’ ottima anche la risposta di Liccardo, che nega la gioia del gol a Guido su una girata sotto misura. I biancorossi passano dal possibile 2-0 all’inferiorità numerica: due minuti dopo D’Ambrogio rifila il secondo giallo a Carrello, costringendo i locali ad un quarto di gara conclusivo di sofferenza. Doppio avvicendamento operato da Renna, che lancia tra i titolari Castiglione e Nucci, esaurendo i cambi a disposizione. Al 33’ Di Sabato va ad un soffio dal pareggio con una deviazione nell’area piccola. Alacqua rimpiazza Venuti con Salmeri. Al 37’ termina a lato la conclusione da fuori area di Camarda, che poi lascia il posto a Marziani. Al 43’ ancora Di Sabato di testa spedisce il pallone di un soffio sulla traversa, sul fronte opposto Liccardo si rifugia in corner sull’insidioso tentativo dalla distanza di Salmeri. Nel terzo dei cinque minuti di recupero ci riprova il solito Di Sabato, inserito forse tardivamente, dalla distanza: Inferrera blocca con sicurezza. Il finale si accende anche perché Liccardo è ingenuo nel colpire Raveduto fermo a terra: cartellino rosso anche per il giovanissimo estremo difensore ospite. Finisce 1-0: il Due Torri affronterà nella sfida decisiva per la serie D il quotato Torrecuso, formazione della provincia di Benevento che nell’altra semifinale ha superato per 5-1 il Fornelli.

Il tabellino. Due Torri – Stasia Soccer 1-0 (andata 1-1)
Marcatore: al 7’ st Ancione (DT).
Due Torri: Inferrera, Saggio, Di Bella (’94), Chiavaro, Tricamo, Carrello, Guido, Camarda (42’ st Marziani), Venuti (34’ st Salmeri), Isgrò (1’ st Ancione), Raveduto (’95). In panchina: Spanò (’96), Precania (’95), De Luca (’95), Matera. Allenatore: Antonio Alacqua.
Stasia Soccer: Domenico Liccardo (’95), De Falco (’94), D’Onofrio (32’ st Castiglione), Foglia (21’ st Di Sabato), Aliperta, Mollo, Basso, Di Costanzo (32’ st Nucci), Rima, Gioielli, Pastore. In panchina: Corporente (’95), Davide Liccardo (’94), Piccolo (’96), Cangiano (’94). Allenatore: Giovanni Renna.
Note – Espulsi: al 24’ st Carrello (DT) per doppia ammonizione ed al 50’ st Liccardo (SS). Ammoniti: al 7’ pt Saggio (DT), al 18’ pt Rima (SS), al 27’ pt Chiavaro (DT), al 9’ st Aliperta (SS), al 16’ st Carrello (DT). Corner: 4-4. Recupero: 2’ pt e 5’ st. Al 36’ st allontanato dalla panchina il massaggiatore dello Stasia.
Arbitro: D’Ambrogio di Frosinone.
Assistenti: Vecchi di Lamezia Terme e D’Amico di Rossano.

I tifosi del Due Torri che hanno seguito a Sant'Anastasia la prima sfida con lo Stasia
di Francesco Straface (02 Giugno 2013)
fonte articolo: Messina Sportiva
Annunci

, , , , , , ,

  1. Lascia un commento

.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...