LICEO A PATTI – La proposta degli studenti!

A poche ore dall’incontro, nell’aula magna del liceo Classico di patti con i gentitori gli stduenti dello Scientificano “pubblicano” la loro proposta. Il trasferimento dei locali del Liceo Scientifico e Linguistico presso l’ex tribunale sito in P.zza Mario Sciacca. “Trasferendo i pochi uffici comunali che attualmente occupano l’edificio proprio presso i locali dell’Agenzia dell’Entrate, ovviamente disponibili, la struttura risulterebbe libera ad ospitarci”.

Questo il documento.

In questi ultimi giorni, non molto distanti da promesse riguardo la costruzione di un plesso nuovo per ubicare il Liceo Scientifico e Linguistico, siamo venuti a conoscenza, attraverso articoli di giornale, che vi è in corso una trattativa per trasferire la nostra scuola presso i locali dell’Agenzia delle Entrate (Contrada San Giovanni).

Tale accordo sembrerebbe essere stato raggiunto e portato avanti dal sindaco di Patti Mauro Aquino e dal presidente della provincia di Messina Nanni Ricevuto, senza che studenti e corpo docenti (ovvero coloro che questa scuola la vivono) venissero presi in considerazione.

Questa mancata possibilità di avere un legittimo peso sulla decisione da prendere per giungere ad una sistemazione dei locali della scuola, dovrebbe già invalidare da sé tali provvedimenti, non coincidenti con le promesse dei mesi passati, improvvisamente abbandonate, e tendenti ad una soluzione palesemente inadeguata.

Il luogo designato con tanto entusiasmo infatti non soddisfa le nostre esigenze, in quanto non dispone di tutte le caratteristiche di cui un edificio scolastico necessita: innanzituttol’ubicazione della struttura è estremamente periferica, il che comporta – per studenti e personale che non risiedono nel comune di Patti, bensì nei paesi limitrofi – una notevole difficoltà nel raggiungerla in tempo secondo i normali orari di svolgimento delle lezioni, un cui adattamento risulterebbe essere un impensabile stravolgimento.

In più essa non possiede il numero di aule necessario ad ospitare tutte le classi del Liceo Scientifico e Linguistico – e risulta ovviamente inaccettabile un trasferimento parziale -, né sono previsti spazi da adibire a palestra, luogo essenziale per lo svolgimento delle attività fisiche, che dunque mancherebbe.

Appare evidente che tale sistemazione, che in alcun modo potrebbe ritenersi definitiva o soddisfacente, non significherebbe nient’altro che un amaro accontentarsi, un tradimento delle promesse rinnovateci fino a poco tempo fa e un insulto a tutti i sacrifici e gli sforzi compiuti sinora da noi studenti per ottenere quel che ci spetta di diritto.

Noi non vogliamo una soluzione frettolosa e sbrigativa, poiché essa per noi non sarebbe una soluzione, ma solo un veloce e facile modo di archiviare la faccenda, che ci inchioderebbe ancora in un’altra situazione inadeguata, in una struttura inadeguata, con mezzi inadeguati; noi ESIGIAMO una soluzione dignitosa e piena che comprenda tutto ciò cui aspiriamo di diritto e che possa risolvere in maniera assolutamente definitiva questa ormai odiosa e polverosa questione.

E non è un’utopia: se la strada per la costruzione di un nuovo edificio è risultata essere tutto d’un tratto impraticabile – o così è apparso poiché non siamo stati aggiornati circa gli sviluppi – esiste un’alternativa che a nostro avviso può essere ritenuta più che soddisfacente, sulla quale avevamo già insistito ma inutilmente in passato: il trasferimento dei locali del Liceo Scientifico e Linguistico presso l’ex tribunale sito in P.zza Mario Sciacca.

Trasferendo i pochi uffici comunali che attualmente occupano l’edificio proprio presso i locali dell’Agenzia dell’Entrate, ovviamente disponibili, la struttura risulterebbe libera ad ospitarci.

Questa soluzione, degna del nome, è indubbiamente  migliore rispetto a quella che si sta discutendo in questi giorni, poiché innanzitutto la scuola risulterebbe essere sita al centro del Paese, che tra l’altro ne ricaverebbe beneficio, e poiché la struttura dà la possibilità di essere soddisfacentemente adeguata a scuola – in maniera molto più semplice di quanto non richiederebbero i locali dell’Agenzia dell’Entrate – e di disporre del numero di aule necessario ad ospitare tutti gli studenti che saranno coinvolti nel trasferimento.

Nondimeno importante infine sarebbe la vicinanza con il liceo Classico con cui formiamo un unico istituto.

Questa è per noi la soluzione, questo chiederemo e su questo insisteremo. Non accetteremo rifiuti immotivati e categorici, né risposte vaghe e inconcludenti che suoneranno come scuse, poiché  non è nostra intenzione rinunciare a quella che potrebbe essere la migliore sistemazione per la nostra scuola.

Seby Segreto, Martelli Simone, Gammeri Roberto, Maffioli Lorenzo
fonte articolo: Scomunicando
Annunci

, , , ,

  1. Lascia un commento

.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...