Anticipazione Ato i Sindaci beneficiari chiariscono

In relazione alle dichiarazioni relative al problema rifiuti, rese nei giorni scorsi dal Sindaco di Naso Letizia, nelle quali siamo stati indicati quali soggetti che “si ergono a protagonisti invece di fare fronte comune in una situazione di crisi”, intendiamo fornire alcuni elementi che potranno consentire una più completa valutazione dell’accaduto. Abbiamo deciso di usufruire dell’opportunità che una recente legge Regionale ha dato ai Comuni, di richiedere una anticipazione pari all’importo relativo ai debiti che i Comuni hanno nei confronti dell’Ato o per importi non pagati dai cittadini o non fatturati agli stessi. Se tale opzione fosse stata seguita da tutti i Comuni dell’Ato1, la restituzione sarebbe avvenuta in 20 anni senza interessi, ma sull’argomento non vi fu unanimità nell’assemblea che lo scorso dicembre affrontò l’argomento. Abbiamo quindi deciso di accedere all’anticipazione autonomamente, sebbene questa opzione riducesse a 10 anni il tempo di rimborso.
Ciò in considerazione di due ragioni che paiono sfuggire a chi ritiene di avere titolo a giudicare le legittime decisioni altrui: la prima è che la stessa legge prevede che nei confronti dei Comuni che non accederanno all’anticipazione, verrà effettuato il recupero in tre anni mediante detrazione dai trasferimenti; il secondo è che le somme non pagate dai cittadini andranno corrisposte dai Comuni. Evidenziato che non è nostro intendimento fare ricadere sulle nostre Comunità l’onere derivante dall’evasione di pochi, facendo pagare a tutti la “furbizia” di pochi, va da sè che le somme necessarie al rimborso verranno dal recupero forzato dell’evasione che l’Ato ha già avviato. Ed altrettanto chiaro è il fatto che la decisione che ogni Comune assume, non ha alcun riflesso sugli altri, così some è evidente che le somme richieste da ogni Comune servono ad azzerare i debiti relativi allo stesso Comune richiedente. O forse qualcuno pensa che le somme ottenute dai Comuni di Capo d’Orlando, Caprileone, Mistretta e Torrenova, o quelle in corso di erogazione ai Comuni di Caronia, Ficarra e San Salvatore di Fitalia debbano essere utilizzate anche dai Comuni che hanno invece deciso di non richiederle? Senza volerci quindi confondere con stile e toni che non ci appartengono, ci chiediamo quale problema possa avere creato al Sindaco di Naso, la nostra legittima decisione di usufruire di una legge il cui utilizzo è stato alcuni giorni fa auspicato anche da S.E. il Prefetto di Messina dr. Trotta.

 

Capo d’Orlando marzo 2013

 

Il Capo Ufficio Stampa

                                                                               (Salvatore Pintaudi – 0941915220

Annunci

, , ,

  1. Lascia un commento

.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...