Blitz antiassenteismo a Barcellona: chiest condanne per venti anni. Sono imputati 15 dipendenti ed ex dipendenti accusati di truffa

    BARCELLONA. Una richiesta di assoluzione e 14 di condanna sono state pronunciate ieri mattina dal pubblico ministero Fabio Sozio, a termine della requisitoria per il primo stralcio del processo che vede imputati di truffa aggravata nei confronti del Comune 15 dipendenti di Palazzo Longano, coinvolti nell’operazione antiassenteismo “Badge”.

    L’attività d’indagine, condotta dai carabinieri della stazione di Barcellona, si concluse nel 2009, con la denuncia di 53 impiegati comunali, accusati con modalità diverse, di aver lasciato il posto di lavoro senza la necessaria autorizzazione. Il giudice monocratico Maria Tindara Celi ha ascoltato le richieste del pubblico ministero, condivise dalla parte civile, l’avvocato Filippo Barbera, che rappresenta il Comune. L’assoluzione è stata richiesta per la funzionaria dell’ufficio segreteria Lorenza La Malfa, mentre pene comprese tra 16 e 14 mesi sono state avanzate nei confronti degli altri 14 imputati, alcuni dei quali già in pensione. Si tratta di Santi Pino, Maria Rosa Milone, Patrizia Passeri, Salvatore Bellinvia, Maria Tindara San Giovanni, Grazia Marullo, Giuseppe Cutugno, Norma Patrizia Salvadora, Giuseppe Nobile, Sebastiana Caliri, Oreste Zocco, Santa Bucca, Antonino Calabrò e Lucia Provvidenti. La leggera differenza della richiesta è stata motivata con il numero di ore d’assenza contestate. Si tratta come detto del primo troncone dell’inchiesta, che si è concentrata nel periodo compreso tra il settembre del 2007 e il marzo del 2008, con l’obiettivo di accertare eventuali comportamenti penalmente rilevanti da parte degli impiegati di Palazzo Longano. 53 di questi caddero nella rete degli investigatori, allora coordinati dai sostituti procuratori Olindo Canali e Francesco Massara, sulla base di riscontri fotografici ed intercettazioni ambientali. Gli altri due processi stralcio dovrebbero concludersi entro l’anno. Dopo l’intervento dell’accusa e della parte civile, nelle prossime udienze saranno sentiti gli avvocati difensori Giovanni Munafò, Francesco Aurelio Chillemi, Franco Calabrò, Francesco e Sergio Russo, Tiziana Rotondo e Benedetto Calpona. La camera di consiglio per il giudice monocratico è stata fissata per il prossimo 29 aprile 2013. di GIUSEPPE PULIAFITO – gds
    fonte articolo:

logo enricodigiacomo.org

 

Annunci

, , ,

  1. Lascia un commento

.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...