Barcellona riabbraccia Sanders. Senza di lui si e’ spenta la luce

Lo hanno aspettato e non vedono l’ora di rivederlo sul parquet in canotta Basket Lega Due: Barcellona, ecco Melvin Sandersgiallorossa. Dovranno attendere la trasferta in terra di Romagna a Forlì, ma a molti, intanto, basta rivederlo pronto e scalpitante durante gli allenamenti. La Sigma Barcellona ha bisogno di lui per riagganciare la vetta e l’americano lo sa. Sarebbe scontato dire quanto sia mancato a coach Giovanni Perdichizzi, ma per il momento quello che è certo risiede nelle parole del giocatore, rientrato in Sicilia agli ordini dello staff tecnico dopo le due settimane di recupero negli States dal problema riscontrato al polpaccio ad inizio anno. «Ho allenato la mia condizione atletica in modo differente – dichiara Sanders, tornato mercoledì pomeriggio da Dallas -. Oltre alla riabilitazione post-infortunio, questo tempo lontano da Barcellona l’ho sfruttato anche per rifiatare, senza tralasciare niente a livello atletico e preparandomi alla seconda parte di campionato con forza e concentrazione». Pochi minuti in campo contro Brescia, parquet della discordia per lui e per la squadra, e poi la nuova sconfitta contro Trento per i giallorossi. In poche parole la recente storia del campionato indicherebbe che senza Sanders non si vince e la Sigma, senza il suo apporto, non riesce a “cantare messa”. Un nuovo e ribadito punto a favore della tesi che sottolinea l’importanza dell’ala piccola ex San Antonio Spurs, inoltre reduce da una visita di controllo che ha fugato ogni dubbio sulla sua reale condizione. «Attualmente sono al 90% – ammette Sanders -. C’è tutto il tempo per completare il mio percorso di recupero visto che giocheremo tra una settimana (venerdì 8 febbraio al PalaCredito di Romagna contro Forli; diretta RaiSport alle 20,45 ndr). Non vedo l’ora di giocare e fare di tutto affinchè Barcellona ritorni a vincere. Questo riposo è servito a me, come ai miei compagni, per ricaricare le pile. Il nostro obbligo è ripartire a fare ciò per cui siamo stati scelti e ogni professionista che si rispetti deve sempre dare tutto a favore della causa, infatti lo faremo» . Dopo un gennaio da dimenticare, per Barcellona si apre un periodo cruciale, fatto di partite dure e difficili lontane dal proprio impianto. Ma non vuole guardare ai dettagli l’ala naturalizzata georgiana: « Ognuno di noi in questa squadra sa perfettamente quale è il suo ruolo. Per quanto mi riguarda – continua il numero 24 giallorosso – mi metto a disposizione del coach e dei miei compagni, riconoscendo che il mio ruolo non è solo quello di essere il punto di riferimento in difesa. Lontano da Barcellona ho saputo del piccolo problema della squalifica, ma sia io che tutti sappiamo che la determinazione sarà la stessa e punteremo ugualmente alla vittoria». Dunque, cambia poco per Melvin, comunque conscio che il copione da seguire sarà sempre lo stesso da qui alla fine della regular season (e non solo). «Quando siamo stati al completo abbiamo dimostrato quanto sia collaudato il nostro team e per il futuro l’augurio che mi sento di fare è questo. È mancato Sanders, ma sono mancati anche altri, comunque vada abbiamo chiuso il girone d’andata al primo posto e con gli scontri diretti a nostro favore. Se proseguiamo sulla strada del lavoro e della concentrazione tutto diventerà più facile. Ci aspettano partite dall’alto tasso di pericolosità, ma questa squadra ha i mezzi per fare bene e sono certo che lo farà».

fonte articolo: concorsipubblici.org

Annunci

,

  1. Lascia un commento

.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...