Montagnareale “U NATALI DI ‘NA VOTA”…

Unanime plauso dei Cittadini di Montagnareale e dei tanti Visitatori forestieri a U NATALI DI NA VOTA 2012SALVATORE CERAOLO, il “ricciolone tuttofare”, il quale, nella sua qualità di Presidente ed Organizzatore unico dell’Associazione culturale ricreativa “AVVENTURA VITA” ci ha regalato nelle ore pomeridiane e serali del 26 dicembre u.s., con particolare riferimento al Santo Natale, quello che possiamo ben definire un “momento magico esistenziale” della  civiltà dei nostri Padri, del loro modo di vivere, “modus vivendi” come dicevano i nostri predecessori latini, della loro quotidianità comportamentale espressa con atteggiamenti e modalità propri dell’epoca, nella semplicità efficiente e pudica del vestiario e dei costumi di cui disponevano e con mezzi ed attrezzature creati al bisogno con ingegnosa arte da loro medesimi utilizzando quei pochi materiali esistenti, legno, argilla e poi ferro e simili, supportati, nell’impiego, da una adeguata ed esperta, energica manualità del singolo operatore.

Entrare in quell’Atmosfera, magistralmente ricreata con dovizia di particolari riproducenti lo status di quel tempo, da quella che ho “visto” come porta U NATALI DI NA VOTA 2012d’accesso situata dinanzi alla Chiesa di Santa Caterina, ove si dispensa il Vino cotto, curativo delle malattie influenzali, con la giusta predisposizione e la mente scevra da problematiche ed impegni personali e proseguire per  vicoli, viuzze, scalinate, strade e piazze del Centro storico, lungo un percorso di oltre 500 metri, costellato da candele ai margini e fuocherelli al centro, accesi, che porta e si conclude dinanzi alla Chiesa Madre, dove sotto l’arco del palazzo antico ivi esistente è allestito il Presepio vivente, e visitare le circa 30 postazioni dislocate in posti attrattivamente strategici ed animate da più di 60 figuranti, dà un senso di pace, di tranquillità e di sicurezza indescrivibile che riconduce ad un ottimale equilibrio psicologico. Degustare quelle pietanze prodotte là, in loco, quali il pane caldo con l’olio delle nostre colline, la ricotta, i maccheroni fatti in casa, ed altre all’insegna della genuinità è come riappropriarsi del sapore forte e, nell’insieme, delicato, inequivocabile e deciso a tal punto da “avvertire”l’ebrezza ed il profumo di madre natura che con la “Sua benedizione”  ha elargito gli alimenti di base. Quanta sorprendente ammirazione, poi, nell’osservare i mestieranti e gli artisti di una volta all’opera nei loro caratteristici laboratori, il calzolaio, il falegname, il fabbro, il barbiere, le tessitrici, il vasaio, il saponaio, lo scrivano, il pittore paesano che espone le sue tele… mentre i vari gruppi di orchestrali con fisarmoniche, chitarre, mandolini, pifferi e tamburelli addolciscono l’ambiente ed allietano la comitiva con motivi natalizi e canzonette varie.

Qual’è la ragione ricorrente che spesso induce l’uomo a guardare al passato? Sarà forse per la vita “sbrigliata” e, per certi versi, caotica di quest’era, improntata ad un consumismo convulso e qualunquista supportato dall’evolversi dei mezzi tecnologici e telematici proiettati in un perfezionismo da fantascienza  in  ordine al quale si vuole tutto e subito? O è colpa della crisi internazionale che oggi giorno aggredisce i popoli e condiziona l’esistenza? Certo è che diventa sempre più forte il desiderio di sobrietà, di verità,di riscoperta dei veri Valori e allora sì che ognuno di noi volge lo sguardo al passato…alla ricerca  di un barlume di ordinaria normalità. Ebbene, l’Associazione “Avventura Vita”, merito a Salvatore Ceraolo – Presidente – alla sua determinante inventiva e paziente perseveranza, col patrocinio del Comune di Montagnareale, ha ben rappresentato uno “spaccato” realistico di vita vissuta in questo nostro comprensorio territoriale negli anni ‘50/’60, durante la “ricostruzione” post-bellica, periodo in cui si operava all’insegna della collaborazione collettiva, della solidarietà e del rispetto altruistico per…un momento di felicità.

Non è facile organizzare una dimostrazione evocativa di tal misura, ecco perché Salvatore, per riuscirvi, ha pensato di coinvolgere, e lo ha fatto, in primis, il Sindaco, Anna Sidoti, del quale, Egli, è, in effetti, suo collaboratore, l’Amministrazione Comunale e le altre Istituzioni laiche e religiose, nonché tutti i Cittadini di buona volontà. Non è ancora finita: il prossimo 05 gennaio 2013, per la gioia di tutti, sarà nuovamente rappresentata la magicità di questo momento storico con, in più, la partecipazione del complesso bandistico itinerante “Artisti di Strada”.

Giovanni SIDOTI

Annunci

, , , ,

  1. #1 di icittadiniprimaditutto il 5 gennaio 2013 - 14:05

    Reblogged this on Pier Carlo Lava.

.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...