Il 30esimo dell’Associazione Messinese di Montreal

È con graditissimo onore che l’Associazione Messinese di Montreal vi annuncia la ricorrenza del 30esimo Anniversario della sua fondazione. Questo felice avvenimento si svolgerà il venerdì 8 aprile, il sabato 9, e la domenica 10 aprile 2011. La manifestazione incomincia il venerdì 8 aprile (solo su invito) a l’Hôtel de Ville di LaSalle, 55 av. Dupras, con una mostra fotografica “Messina ieri e oggi” con foto di Pippo Lombardo.  In seguito, sabato 9 aprile si terrà una serata culturale e ricreativa con ballo. Sul menu: cocktails alle ore 16:30, cena gastronomica preparata con cura dallo Chef messinese Santino Pellegrino alle 18:30, ballo allietato dal trio di musicisti siciliani tradizionali Incudine-Putzu-Vasta e DJ.  La celebrazione avrà luogo al Centre de Reception Sorrento, 1275 rue Dollard a LaSalle.  Il prezzo dei biglietti è $75, $30 per i meno di 13 anni.  Con l’acquisto del biglietto del sabato sera, riceverete l’ammissione gratuita all’One-Man Show del famoso attore siciliano Gilberto Idonea, che avrà luogo il giorno dopo, domenica 10 aprile, con inizio alle 15:00, alla Salle Jean-Grimaldi del CEGEP André-Laurendeau, 1111 rue LaPierre a LaSalle. Subito dopo lo spettacolo di Gilberto Idonea, si produrrà su scena il trio di musicisti siciliani (poco più su menzionati). Queste iniziative non possano essere realizzate senza il patrocinio del Consolato Generale d’Italia a Montreal, l’Istituto Italiano di Cultura di Montreal e la CSNA, Confederazione Siciliani Nord America, il COMITES, il CGIE, la Casa Sicilia, l’Associazione Italia America di Messina, la Regione Siciliana, la Fondazione Federico II di Palermo e l’Ente del Parco Nebrodi.  Non dimentichiamo anche il patrocinio dell’Arrondissement di LaSalle.

L’Associazione sarà l’ospite di un gran numero di dignitari e titolari aziendali.  Il Console d’Italia a Montreal Dott. Giulio Picheca, il Vice-Capo Missione all’Ambasciata d’Italia a Washington Dott. Gian Lorenzo Cornado, gli Onorevoli Santi Formica della Regione Siciliana, Basilio Giordano Senatore.  I Sindaci dei Comuni della Provincia Ernesto dal Campo (Randazzo), Antonio Pinzone (San Domenica Vittoria), Antonio Caputo (Cesarò), Cirino Gallo (Acquedolci), Benedetto Russo (Torrenova), Roberto Abbadessa (Rometta), Giuseppe Cocuzza (San Filippo del Mela), Antonino di Stefano (Vice-Sindaco Valdina), Nino Romanzo (Monforte San Giorgio), Antonino Campo (Santa Lucia del Mela). Presente sarà anche Costantino Vecchio, rappresentante della comunità siciliana nel mondo. Gli Assessori Santo Pandolfo (Santa Lucia del Mela), Antonino Cannistra (Monforte San Giorgio), Giuseppina Merulla (Santa Lucia del Mela).  Troviamo anche il Vice-Presidente del Consiglio di Santa Lucia del Mela, Pietro Amalfi e i Signori Ercole Santi Campanella e Pasquale Salvo anche loro di questo Comune. Inoltre ai dignitari, il giornalista radio-televisivo-web della Sicilia Franco Perdichizzi, il Direttore del Parco dei Nebrodi Ing. Massimo Geraci e il suo Commissario Nino Ferro saranno presenti. Di più il Signor Borrello dell’azienda F.lli Borrello sarà della festa.

Numerosi sono i dignitari del Canada partecipanti.  Lise Zarac rappresentante del Partito Liberale Federale di LaSalle-Emard,  Clement Gignac Presidente del Conseil du Tresor del Quebec, la Sindaca dell’Arrondissement de LaSalle Manon Barbe e il Sindaco di Lachine Claude Dauphin. Da menzionare inoltre la gradita presenza di Presidenti e rappresentanti di diversi Enti e Associazioni.  Angelo Mazzone Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura a Montreal, Anthony Avola della CSNA di Toronto, Enzo Graci e Vincenzo Arcobelli della CSNA, Giovanna Giordano del Comites, Giovanni Rapanà del CGIE, Console Antonio Poletti, Antonio Sciascia del Congresso Nazionale degli Italo-Canadesi, Pino Asaro della Federazione Siciliana del Quebec,  Padre Giuseppe Fugolo della Chiesa Madre dei Cristiani. Grazie alla raccolta fondi del Torneo di Golf, l’Associazione ebbe il piacere di mandare a Walt Disney World in Florida 3 bambini: Jeremie Jérémy, Joseph et Karel Jade.  Essi anche saranno lì alla serata gastronomica. Per ulteriori informazioni e per confermare la vostra presenza, per favore comunicate con Antonia Di Paola al 514-781-9011, Maria Donato al 514-364-2683, Franco Mendolia al 514-769-3559 oppure con Lorenzo Impala al 514-768-9074 al più presto possibile. Vi aspettiamo! Grazie!

Per saperne di più (sull’Associazione e su Messina)…

Con il desiderio di ricreare un po’ del passato in Sicilia, la volontà di unire la gente dello stesso angolo del mondo, di preservare la cultura e il patrimonio linguistico e di far trasmettere valori, usanze e tradizioni alle generazioni future, nel 1981 nasce quest’associazione.  Con l’idea venuta dal Sig. Lorenzo Mandanici e con l’appoggio di Sua Eccellenza Francesco Paolo Fulci, allora Ambasciatore, l’associazione vide la luce.  I membri fondatori furono: Lorenzo Mandanici, Salvatore Alibrando, Giuseppe Brunetta, Santa Burrascano, Fortunato Catalfamo, Mariano Cirino, Antonio Di Paola, Fortunato Donato, Lorenzo Impala, Domenico Merulla, Giuseppe Sciotto e Agostino Sunseri. Durante il corso dei suoi 30 anni, quest’associazione culturale è cresciuta sotto la direzione dei suoi presidenti.  Questi sono: Lorenzo Mandanici, Domenico Merulla, Antonino Catalfamo, Franco Donato, Franco Mendolia, Maria Donato e l’attuale presidente Antonia Di Paola.  Oggi l’Associazione accoglie 150 famiglie. In passato, per stimolare la partecipazione e l’interessamento dei soci, l’Associazione organizzò le Miss Messina, e per i bambini una lega bowling.  Oggi la Festa di San Valentino, la scampagnata con colazione a base di zucchero d’acero quebecchese (cabane à sucre), i pellegrinaggi, i pic-nic per le famiglie, la lega bowling per adulti, le messe per Monsignor Antonio Franco e le raccolte fondi sono le attività che l’Associazione fa ogni anno per i suoi soci.

Le raccolte fondi annuali sono tre. La Festa Internazionale della Donna con il “Centro di ricevimenti Sorrento” a marzo per la “Fondation du cancer du sein du Quebec” e la “Fondation de l’Hôpital LaSalle”, il Torneo di Golf a maggio per la “Montreal Childrens Hospital Foundation” e la Festa del Vino a novembre per il “Telethon of Stars”.  Finora, i fondi raccolti superano i 435,000$, se si considera il totale di tutte le cause messe insieme.

L’Associazione ha accolto parecchie delegazioni specialmente durante gli anni di anniversari come il decimo, il ventesimo, il venticinquesimo.  La banda musicale di Castellammare del Golfo, il quartetto di saxofonisti Arcadia e il Gruppo teatrale Colapesce si sono esibiti qui grazie alla tutela dell’Associazione. La patrona dell’Associazione Messinese di Montreal è la Madonna della Lettera come lo è per la Provincia di Messina.

L’Associazione Messinese accoglie con piacere la possibilità di scambiare nuove idee, di portare avanti molte altre iniziative dal punto di vista culturale, commerciale, ricreativo, religioso, turistico, ecc.

L’Associazione ha avuto il raro onore di ospitare S.E. Francesco Paolo Fulci, Rappresentante Permanente d’Italia alle Nazione Unite, l’ex-Ambasciatore d’Italia in Canada Marco Colombo, l’ex-Console Generale d’Italia a Montreal Gian Lorenzo Cornado, l’ex-Assessore alla Regione Sicilia Santi Formica, il Rappresentante dell’ANFE e il Presidente dell’Associazione Italia America Franco Maricchiolo.  Inoltre, l’ex-Primo Ministro del Canada l’Onorevole Paul Martin, l’Onorevole Governatrice del Québec Lise Thibault, la Senatrice Marisa Ferretti Barth, i sindaci di Montreal, Pierre Bourque e Gerald Tremblay, la sindaca di LaSalle Manon Barbe hanno avuto il piacere di essere con noi a diverse occasioni.

La Provincia di Messina

La Provincia di Messina, con la sua città capoluogo di Messina, secondo il censimento del 1° gennaio 2010 ha una popolazione di 653.810 abitanti.  Ha una densità di 201.34 ab/km2 in una superficie totale di 3247.34 km2.  La Provincia di Messina è divisa in 108 comuni.  I più conosciuti sono:  Capo d’Orlando, Giardini-Naxos, Lipari, Milazzo, San Filippo del Mela, Santa Lucia del Mela e Taormina. La cucina messinese è basata principalmente sul riso, lo stoccafisso, il pesce spada e la menta.  Inoltre, l’agnello, i carciofi a piripicchio, gli agrumi, gli olii di ulive sono straordinari.  I dolci come la “pignulata”, la torta di riso nero e la cassata sono popolarissimi e deliziosi.

Economicamente, vista la geografia, il mare gioca e continua a giocare un ruolo strategico sul commercio.  Dalla produzione vinicola dei tempi dei Fenici, il Mamertino, la Malvasia delle Isole Eolie ed il Faro sono le marche più conosciute di questa produzione.  La pesca, gli agrumi e gli olii di ulive sono i prodotti più commercializzati.  Il turismo è decisamente l’aspetto più importante dell’economia di questa Provincia.  Infatti, l’agriturismo è in aumento, le visite sulle catene montuose dei Nebrodi e dei Peloritani, i visitatori alle Città di Taormina (la Costa Azzurra siciliana), Messina (per vedere il più grande orologio meccanico del mondo sul campanile del Duomo), Tindari (per la sua Madonna) e tutte le soste alle Isole Eolie, le “7 sorelle” con al centro il vulcano Stromboli, sono le principali attrazioni turistiche. Separata solamente da 5km dalla penisola italiana dallo Stretto di Messina possiamo ricordare la leggenda di Scilla e Cariddi (Cariddi essendo Messina e Scilla Calabria) ove Odisseo fu minacciato dalle correnti di questo stesso Stretto e ove Ercole si salvò nuotando.  In più di questi posti, troviamo la catena montuosa dei Peloritani che incerchia quasi tutta la Provincia.  Barriera naturale contro le invasioni, essa fu un campo di battaglia molto desiderato da tutti.  Aggiungendosi a questa catena, i Monti Nebrodi e le Gole dell’Alcantara sono una riserva naturale ricchissima con innumerabili specie di flora e una diversità faunistica apprezzata.

All’imboccatura del Porto di Messina si può ammirare la Statua della Madonna della Lettera, la protettrice di Messina con alla sua base l’iscrizione “Vos et Ipsam Civitatem Benedicimus”.  Possiamo allora dire che la storia di Messina incomincia proprio di lì nell’anno 42 d.c.  Prima di questo inizio ufficiale, la Provincia fu controllata dai Greci nell’ottavo secolo a.c.  I Romani rimpiazzano i Greci nel 263 a.c.  I Bizantini, i Normanni, i Borboni e gli Svevi seguirono.  Possiamo ammirare attraverso queste conquiste lo sviluppo del porto, il traffico marittimo, l’urbanismo, la funzione urbana. Si può anche visualizzare tutti questi periodi dall’architettura delle chiese, dei palazzi, delle strade e dei castelli.  I Messinesi presero il migliore di tutte queste presenze e diventarono il popolo che sono.  Il popolo partecipa attivamente a tantissime manifestazioni ed eventi nella Provincia per ricordarsi del suo passato e veicolare le tradizioni, usanze, valori (specialmente per quanto riguarda la religione cattolica) alle generazioni future.  Quasi ogni comune, paese e paesino ha un evento, se non è un carnevale è una processione.  Ecco un “aperçu” delle principali celebrazioni: La festa della Madonna della neve che si celebra il 5 agosto a Santa Lucia del Mela, il Carnevale di Saponara che si svolge il Martedi Grasso (le maschere dipingono un orso, dei domatori, dei cacciatori e dei suonatori di “brogne”).  Il Carnevale di Rodi Milici (le maschere dipingono i Mesi dell’anno, il Re, il Poeta e il Borghese).  La Festa dei Giudei di San Fratello ove i contadini e pastori si travestono da Giudei e ripercorrono la vie della città riprendendo la Via Crucis di Gesù Cristo.  A Milazzo troviamo la processione di San Francesco di Paola ove portano la statua del Santo al porto e gli fanno fare un giro dello Stretto su una motonave.  Seguendo questa, la processione di S. Giovanni ad Alcara Li Fusi ove dei bambini commemorano la decapitazione di San Giovanni.  A Messina, intanto si fa la processione dei Giganti.  Due statue enormi di una donna, Mata, e un uomo, Grifone.  Questa processione è una rappresentazione della conversione ed addomesticazione al cristianesimo del musulmano Grifone per mano della bella signora di Messina, Mata.  Il 15 agosto si festeggiano a Messina la Vara e a Montagnareale la Madonna delle Grazie.  La scultura di marmo di questa Madonna pesa oltre 1800kg.  I penitenti si flagellano con catene fino alla Chiesa Madre.  A Castroreale invece si venera il SS. Crocifisso, questo misurando un incredibile 12 metri.  Esso anche viene portato in processione.

La fortezza di questi Messinesi non si valuta soltanto attraverso queste manifestazioni.  Questa si è vista attraverso periodi neri come il gran terremoto del 1908.  Questa catastrofe e le altre vissute durante la guerra specialmente durante il bombardamento del 1943 distrussero la Provincia.  Nonostante tutto ciò la gente si rilevò e ricostruì la Provincia e la speranza di una vita migliore.  Malgrado questo, tanti furono a cercare una vita migliore ed emigrarono a Montreal.

Grazia Maria Aragona

Direttrice delle Pubbliche Relazioni

Annunci
  1. Lascia un commento

.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...