Patti: Degrado e fatiscenza del liceo “Vittorio Emanuele III”. Il consigliere provinciale Luigi Gullo chiede un sopralluogo

E’ finito l’anno scolastico, manca solo la coda degli esami di maturità e a Patti si ripropone l’annosa vicenda del liceo classico e scientifico “Vittorio Emanuele III” di contrada Rasola che vive nel degrado e nella fatiscenza assoluta. Il consigliere provinciale locale LUIGI GULLO (nella foto) ha chiesto un sopralluogo a chi di competenza trovando l’adesione dei colleghi di Grande Sud GIOVANNI PRINCIOTTA e DINO GALATI RANDO…

Durante i lavori della V commissione del Consiglio Provinciale di Messina, avente competenze sull’edilizia scolastica, il consigliere Luigi Gullo ha richiesto di effettuare un sopralluogo presso la sede staccata di contrada Rasola di Patti del Liceo Classico-Scientifico “Vittorio Emanuele III”. L’avvocato Gullo ha manifestato parecchie perplessità circa l’agibilità di tale struttura. Infatti, alcuni genitori e gli stessi alunni di detto plesso scolastico, ormai da anni denunciano la mancanza di qualsivoglia presidio di sicurezza: aule piccolissime rispetto al numero degli alunni presenti, corridoi angusti, scala interna fuori legge (piccola e bassa), porte di aule adiacenti che si aprono l’una sull’altra, vie di fuga inesistenti, scala d’emergenza non ancorata alla struttura portante, soffitto inagibile, cornicioni staccati, barriere architettoniche in entrambi i piani. Ed ancora condizioni igieniche dei bagni discutibili. Inoltre, ed è l’aspetto più inquietante della vicenda, lamentano di non essere mai stati messi nelle condizioni di visionare le certificazioni di collaudo, di agibilità della struttura, di idoneità alla pratica scolastica e di igiene. Per queste ragioni il consigliere provinciale di Patti Gullo ha richiesto che all’accertamento partecipi pure un rappresentante dell’Ufficio Tecnico provinciale, con la relativa documentazione, anche riguardo alle verifiche effettuate negli ultimi anni. Alla richiesta del consigliere Gullo si sono associati i consiglieri di Grande Sud Giovanni Princiotta e Dino Galati Rando. “Mi auguro – conclude Gullo – che non si voglia continuare a giocare sulla sicurezza dei nostri ragazzi e che i recenti fatti dell’Emilia Romagna siano un monito all’ignavia di quanti sono chiamati a fare il proprio dovere”.

             g.l.

glpress.it

About these ads

, , , ,

  1. Lascia un commento

.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...